BEATA GISELLA DI BAVIERA

Regina
Memoria ufficiale: 7 maggio

La duchessa Gisella era figlia di Enrico II di Baviera e Gisella di Borgogna. Nacque intorno al 980 e fu educata da san Volfango di Ratisbona, benedettino. Gisella si preparava per la vita monastica, ma quando le chiesero la mano per Stefano, disse di sì. Nel 996 sposò il figlio del principe ungherese Géza.

Nel suo nuovo paese ebbe un ruolo importante nella trasmissione della fede cristiana e della cultura occidentale. Fondò chiese e conventi e li fornì di attrezzi liturgici e paramenti fatti da lei.

Il suo matrimonio con Stefano era pieno di stima e affetto. Gisella spesso accompagnò suo marito durante le sue visite ufficiali nel paese, non esenti da difficoltà. Gisella era solidale e generosa coi poveri. Le cronache lodano la sua mitezza, beneficenza e fede profonda. Dopo la morte di suo figlio e suo marito, fu trattata in maniera indegna e ingiusta, ma sopportò tutto ciò con pazienza e umiltà. Infine ritornò in Baviera ed entrò nel convento delle benedettine, dove morì nel 1059 come abadessa del convento.

Gisella è venerata in modo speciale in Baviera ed in Ungheria. La sua tomba è diventata meta di molti pellegrini. Fu beatificata nel 1975.

Ulteriori informazioni:
http://veszpremiersekseg.hu/
http://www.katolikus.hu/szentek/0507.html
http://www.bistum-passau.de/