SERVO DI DIO JÓZSEF VÁNDOR (WECH) SDB

Dies natalis: 8 ottobre 1979

József Vándor (Puchbner-Wech) nacque il 29 ottobre 1909 a Dorog, in una semplice famiglia di contadini. I suoi genitori, Sebestyén e Mária, lo educarono in un ambiente pieno d'affetto e gli trasmisero i valori fondamentali come l'amore per il lavoro e per lo studio, la rettitudine morale, la ricezione regolare dei sacramenti e l'amore e la venerazione per la Madonna. Dopo aver finito il liceo, il ragazzo intelligente e con una spiccata vena poetica, raccontò al suo parroco, Artúr Pehatsek, che voleva farsi sacerdote e missionario. Grazie alla mediazione del parroco fu ammesso all'Istituto Salesiano di Péliföldszentkereszt, dove cominciò la sua formazione religiosa e prese i primi voti nel 1928. Prese il voto perpetuo il 13 agosto 1932, in seguito proseguì gli studi a Torino dove fu ordinato sacerdote il 5 luglio 1936.

Dopo un breve periodo in Ungheria, il suo desiderio di diventare missionario si realizzò ancora nello stesso anno: i suoi superiori lo inviarono a Cuba dove servì per quarant'anni. Il suo talento nell'educazione e la sua spiritualità salesiana lo resero capace, già da giovane, di assumere compiti di grande responsabilità, perciò divenne direttore di varie scuole. Nel 1943 fu nominato maestro dei novizi e poi direttore spirituale del noviziato delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Nel 1945 ricevette la nazionalità cubana e cambiò il suo cognome per Vándor.

L'8 dicembre 1954 cominciò il suo ministero a Santa Clara, che continuò fino alla sua morte, nella chiesa della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, affidata ai salesiani. La sua figura alta, ben conosciuta da tutti, e la sua personalità amabile, produssero una profonda impressione nella comunità della parrocchia già al primo incontro. Creò una scuola moderne di arte e di formazione professionale nella città che fu nazionalizzata nel 1961. A partire da quel momento Padre Vándor era solo il pastore amato della comunità di Santa Clara.

Era conosciuto in tutta la città come «l'uomo della pace». Tutte le sue azioni erano motivate dall'amore di Dio e dalla salvezza delle anime. Durante la sua lunga malattia continuava a servire i fedeli. Accettò il dolore con pazienza e amando la volontà di Dio. Spirò l'8 ottobre 1979 a Santa Clara. Già in vita sua fu considerato santo per la sua spiritualità. Si diceva che era come san Francesco di Sales per la sua pazienza, e come don Bosco per la sua grande carità, fede ed allegria.

Numero di protocollo: 2530

Processo diocesano
Diocesi competente: Diocesi di Santa Clara (Cuba)
Vescovo competente: vescovo diocesano Marcelo Arturo Gonzalez Amador
Postulatore: Pierluigi Cameroni SDB
Processo diocesano: 8 ottobre 2003 – 10 agosto 2008

Processo presso la Santa Sede
Riconoscimento della validità del processo diocesano: Riconoscimento papale delle virtù eroiche:
Riconoscimento papale del miracolo attribuito alla sua intercessione:

Preghiamo per la sua beatificazione!

O Dio, Padre della misericordia, tu fai dei tuoi santi le immagini vive della tua carità.

Hai reso il Padre József Vándor un seminatore della pace tra di noi

ed un modello dell'accettazione della tua santa volontà.

Per la sua intercessione, ti prego, concedimi la grazia di cui ho bisogno (la grazia)

e che ti chiedo con fede profonda.

Per Cristo nostro Signore. Amen.

(Fonte: http://www.salesianosdecuba.com)

Si pregano coloro che ottengano delle grazie per mezzo della sua intercessione di inviarne comunicazione all'indirizzo di sotto:

Obispado de Santa Clara
Unión 51 Sur, Apartado 31.
50100 Santa Clara
Cuba

Ispettoria Salesiana
1032 Budapest, Bécsi út 173.

Ulteriori informazioni:
http://www.szaleziak.hu/
http://www.salesianosdecuba.com/
http://www.diocesisdesantaclara.com/
http://www.sdb.org/it